AVERE UN CONSULENTE È ANCORA UTILE OGGI?

Mi è capitato di leggere questo bellissimo articolo nel quale, con un piccolo gioco, il Prof. Ruggero Bertelli spiega che la consulenza ha un valore quantificabile e monetizzabile in quanto aiuta il cliente a fare scelte razionali e giuste per lui, scelte che da solo non farebbe.

La consulenza è un valore, la NON consulenza è un costo.

Molto spesso le persone sono portate a commettere errori soprattutto con il “fai da te” e non si rendono conto che potrebbero ambire a rendimenti maggiori, proteggersi meglio, raggiungere molteplici obiettivi ben definiti e risparmiare effettuando scelte che permettano un’ottimizzazione fiscale.

Così come per fare le analisi del sangue occorre il laboratorio e per leggerle e tradurle in diagnosi ci vuole il dottore, la stessa cosa vale per la salute finanziaria dove è necessario affidarsi ad un consulente.

Non l’amico di scuola, il compagno del Golf, il vicino di casa ma il consulente.
Perché?


Perché deve avere curriculum, competenze, esperienza e la migliore tecnologia a portata di mano.

Deve saper ascoltare e capire, ma anche comunicare una cattiva notizia o prescrivere una medicina amara.

Deve saper curare e prevenire

Come? Facendo acquisire ai propri assistiti le abilità che li faranno sentire sicuro nonostante tutte le complessità del nostro tempo

Desideri anche tu avanzare con passo sicuro?

Contattami e incontriamoci, insieme definiremo lo stato di salute del tuo patrimonio familiare e/o aziendale.

www.kenzaboga.com
www.cambiamente360.com
kenza.boga@gmail.com

Pin It on Pinterest